A scuola in bici: una scelta amica dell’ambiente e dei bambini

A scuola in bici: una scelta amica dell’ambiente e dei bambini

Non inquina, contrasta l’obesità, aiuta a scaricare le tensioni e favorisce un corretto sviluppo psicomotorio: la bicicletta è amica dei più piccoli. Perché, allora, non proporre ai nostri bambini di andare a scuola in bici?

A scuola in bici: l’esperimento statunitense

A questa conclusione sono arrivati prima di tutti gli Stati Uniti, dove l’obesità tra i bambini è quanto mai diffusa e le città sono letteralmente soffocate dal traffico. A Washington è stato pertanto avviato un interessante esperimento: portare la bici nelle scuole, raggiungendo soprattutto i quartieri più poveri, dove per molte famiglie possedere una bici rappresenterebbe un lusso. In 80 scuole primarie della metropoli sono state messe a disposizione dei bambini 600 biciclette, in parte acquistate dalla scuola e in parte donate da generosi cittadini. Le due ruote sono così diventate una vera e propria “materia di studio” con lezioni pratiche e teoriche per imparare ad andare in bici, conoscere la strada e i suoi utenti. Il tutto all’interno in un più ampio programma di educazione civica e sanitaria.

E in Italia?

L’ancora scarsa diffusione delle ciclabili fa sì che l’obiettivo sembri ancora lontano. In molte regioni, infatti, mancano percorsi funzionali e sicuri per andare a scuola in bici, costringendo i genitori italiani a utilizzare sempre più spesso l’automobile. Tuttavia, nei centri dove la ciclabilità è favorita da strutture ad hoc (e gli esempi virtuosi non mancano), perché non adottare nuove abitudini, amiche dell’ambiente e del nostro benessere?

Io vado a scuola in bici perché…

  • previene il rischio di obesità infantile, supportando un corretto sviluppo muscolo-scheletrico
  • aiuta a controllare l’ansia e a scaricare le tensioni: nel mondo di oggi, infatti, anche i più piccini vivono situazioni di stress emotivo legate alla scuola e ai naturali cambiamenti psicofisici della crescita
  • non inquina e, dunque, promuove lo sviluppo della sensibilità ambientale sin dall’infanzia
  • è più veloce: in città si dimezzano i tempi di percorrenza rispetto all’utilizzo dell’automobile, oltre a non avere problemi di parcheggio
  • contribuisce all’adozione di uno stile di vita attivo, contrastando la sedentarietà
  • è divertente e permette di scoprire il territorio in libertà

Ambiente e salute: una sfida per il futuro

Proteggere la salute dei bambini è fondamentale per il futuro di tutti, riducendo innanzitutto la spesa sanitaria pubblica e privata, oltre a generare adulti più felici e proattivi. Per fare questo è importante curare l’alimentazione e praticare attività fisica costante.

Ma da dove cominciare? Sicuramente modificando le piccole abitudini di tutti i giorni, scegliendo ad esempio di andare al lavoro o a scuola in bici. Siete pronti ad accettare la sfida?