La Ciclabile del Naviglio Pavese

La Ciclabile del Naviglio Pavese

Ideale per pedalate in famiglia, la ciclabile del Naviglio Pavese è un percorso breve e pianeggiante, dove anche nonni e bambini possono divertirsi in sicurezza su due ruote. In primavera, una gita lungo la ciclabile del Naviglio Pavese consente di raggiungere la Certosa di Pavia, autentica perla architettonica incastonata nel paesaggio rurale lombardo. Il percorso è sconsigliato nei mesi più caldi, a causa delle alte temperature rese ancor più torride dall’elevato tasso di umidità, senza tralasciare la copiosa presenza di insetti dovuta alla vicinanza con l’acqua.

Ciclabile del Naviglio Pavese: il grande classico dei ciclisti lombardi

Partendo dalla Darsena, nel giro di pochi chilometri ci si trova a pedalare lungo l’Alzaia del Naviglio Pavese, esattamente sul lato opposto rispetto alle carreggiate di scorrimento automobilistico. Completamente in discesa (seguendo la pendenza che consente alle acque di scorrere da Milano verso Pavia), la pista ciclabile del Naviglio Pavese è quasi completamente asfaltata, con brevi tratti sterrati ma compatti, transitabili facilmente su due ruote.

Una volta superate la Chiesa Rossa e la celebre chiusa della Conca Fallata (attualmente in ristrutturazione), si procede attraverso il Parco Agricolo Sud;  giunti a Badile, ci si sposta sulla sponda sinistra del Naviglio: qui si imboccherà la nuova pista ciclabile del Naviglio Pavese che raggiunge la Certosa di Pavia. Da Binasco inizia uno dei tratti più pittoreschi dell’itinerario, procedendo lungo ruscelli e filari di alberi, accompagnati dal volo degli aironi.

In bici alla Certosa di Pavia

Pedalando per altri 6 km si raggiunge Giussano, per poi incontrare la monumentale Certosa di Pavia con il suo antico monastero e il santuario dedicato alla Vergine Maria, eretto alla fine del Trecento per volere di Gian Galeazzo Visconti. Per chi desideri procedere ancora lungo la ciclabile del Naviglio Pavese, il percorso prosegue lungo le antiche mura di Pavia, fuori dal centro cittadino, culminando laddove le acque confluiscono nel Ticino.