SOS PROVA COSTUME: COME DIMAGRIRE IN BICI

SOS PROVA COSTUME: COME DIMAGRIRE IN BICI

Tutti la temiamo. Ebbene sì: la prova costume è più vicina di quanto pensiamo. Come correre ai ripari in modalità last minute? Dimagrire in bici unisce l’utile al dilettevole ed è praticabile in ogni momento, magari sfruttando gli spostamenti quotidiani per raggiungere l’ufficio o l’università. Oltre a rappresentare una piacevole alternativa alla palestra. Senza dimenticare che pedalare favorisce il rilascio delle endorfine: ci sentiremo quindi più rilassati e di buon umore, scaricando lo stress accumulato!

La dieta per dimagrire andando in bici

Dimagrire in bici è quindi possibile. E, in proposito, abbiamo chiesto a Iader Fabbri, preparatore atletico e consulente nutrizionale, quali accorgimenti adottare per ottenere i migliori risultati unendo all’esercizio fisico una corretta alimentazione.

Dimagrire in bici: i consigli di Iader Fabbri

La prova costume si avvicina: come arrivare in forma all’appuntamento con la spiaggia?

Per correre ai ripari, anche se siamo un po’ last minute, possiamo innanzitutto cercare di mantenere i nostri ormoni ben bilanciati, consumando carboidrati a medio-alto valore glicemico a colazione (ad esempio un toast o due fette di pane con ricotta e marmellata) e prediligendo, per il resto della giornata, carboidrati a basso indice glicemico (frutta e verdura di stagione in primis). È bene ricordare che tre mele o un piatto di pasta hanno lo stesso quantitativo di carboidrati (55-60 g): cambia però il modo in cui il nostro organismo reagisce. Il tutto unito all’esercizio fisico, fondamentale per tornare in forma.

Per chi vuole dimagrire andando in bici, come contrastare gli effetti negativi delle alte temperature (affaticamento, perdita di acqua e sali minerali legata alla sudorazione)?

Per dimagrire in bici, durante i mesi più caldi è bene utilizzare prodotti idrosalini specifici. In commercio ne possiamo trovare di due diverse tipologie, a seconda delle esigenze di chi li utilizza: sali (ovvero miscele di elettroliti) senza zuccheri aggiunti (per chi deve perdere peso) e prodotti con aggiunta di zuccheri (ideali per chi si allena a livello agonistico o per mantenersi in forma).

Una volta in vacanza, come mantenere i risultati ottenuti?

Una buona strategia potrebbe essere quella di fare attività fisica prima del pranzo o della cena in cui vogliamo lasciarci andare ai piaceri della tavola: l’effetto del cibo che noi andremo ad assumere sicuramente avrà un effetto completamente diverso sul nostro organismo. Ad esempio, un giro in bici di circa un’ora con variazioni di ritmo ci consentirà di mantenere il metabolismo alterato per varie ore, evitando di mettere su la cosiddetta “pancetta” nonostante un pasto conviviale un po’ più ricco e abbondante.

Andare in bici fa dimagrire

Ma ricorda: per dimagrire andando in bici, oltre a un corretto regime dietetico, fondamentali saranno l’impegno e la forza di volontà. Solo così i risultati saranno assicurati!

iaderfabbri.com