Manutenzione bici: i lavoretti da fare in inverno

Manutenzione bici: i lavoretti da fare in inverno

Meglio prevenire che curare. Nessun messaggio è oggi più azzeccato per quanto riguarda il mondo bike. Durante l’inverno, quando mettiamo la nostra due ruote “a riposo”, imprescindibile è qualche piccolo intervento di manutenzione bici. Dedicare qualche attenzione alla nostra inseparabile compagna d’avventure ci consentirà di tornare on the road senza brutte sorprese. Ma da dove cominciare? Ecco un piccolo decalogo per la manutenzione della bicicletta durante l’inverno: non è necessario, infatti, essere degli esperti meccanici per coccolare un po’ la nostra due ruote con piccole (ma importanti) attenzioni.

I “fondamentali” della manutenzione bici

Pulizia della bici

Innanzitutto, prima di mettere “a nanna” la nostra due ruote, è bene dedicarsi ad un’accurata pulizia. Potrete scegliere tra detergenti specifici per biciclette o ricorrere al sapone normalmente utilizzato per i piatti, diluito in mezzo secchio d’acqua tiepida: procediamo alla detersione del telaio e delle varie componenti, aiutandoci con una spugna morbida. Dopo il risciacquo, approfittiamo dell’asciugatura per valutare la presenza di ruggine e lo stato di usura delle parti meccaniche. Le componenti arrugginite andranno smontate e sostituite (chiedete sempre un consiglio al vostro meccanico di fiducia!).

Lubrificazione

Durante il lavaggio, avremo asportato anche le ultime tracce di lubrificante ancora presenti sulle parti sottoposte ad attrito. Procediamo, quindi, con un accurato intervento di lubrificazione con grasso e oli specifici. La scelta non deve essere casuale:

  • grasso: indicato per la protezione dei cuscinetti e degli organi sottoposti a rotolamento (assolutamente da evitare grassi al silicone – troppo liquidi – e grasso comune per automobili che, attivandosi a elevate temperature, non avrebbe alcun effetto sulle componenti della bicicletta);
  • oli lubrificanti: da utilizzare per la lubrificazione di catena (vietato utilizzare il grasso!), deragliatore anteriore e posteriore, steli delle forcelle, cambio e corpo dei freni. Umidi o secchi, è fondamentale che gli oli lubrificanti per biciclette siano privi di idrocarburi e solventi aggressivi per i metalli.

Riporre e proteggere la bicicletta: ganci e teli copribici

Una volta “messa a punto”, la bicicletta è pronta per essere riposta. Potete optare per garage, cantine o box da giardino: l’importante è avvolgerla in un telo copribici, proteggendola dalla polvere e soprattutto dall’umidità. Se intendete riporre la vostra due ruote per un periodo di tempo prolungato, è consigliabile appenderla con l’aiuto di appositi ganci per bici da parete o da soffitto: in tal modo gli pneumatici dureranno più a lungo e il peso del mezzo non comporterà deformazioni a carico dei raggi.

Supporti per la manutenzione della bici

Ma prima di iniziare, sarà fondamentale munirsi di un buon supporto per la manutenzione della bici: in commercio ne esistono di svariate tipologie, dai cavalletti universali ai modelli specifici per mtb o bici con ruote maggiorate. Dal più economico al top di gamma, il cavalletto per bici si rivelerà un accessorio indispensabile per rendere più veloce e confortevole ogni intervento di manutenzione della bicicletta.