T&O – Turismo e Outdoor. Il salone del turismo attivo in Italia

T&O – Turismo e Outdoor. Il salone del turismo attivo in Italia

Fiere di Parma presenta a Milano T&O – Turismo e Outdoor, il salone dedicato al turismo attivo e alle nuove tendenze di viaggio esperienziale. A Parma dal 15 al 18 febbraio 2018, la manifestazione rappresenterà un evento unico nel panorama fieristico italiano, sulla scia dei recenti dati che confermano la crescita del turismo nostrano in termini di Pil: nei primi sei mesi del 2017, l’Italia ha infatti registrato un incremento pari all’11,8%, confermandosi prima tra i paesi europei.

L’ascesa del turismo outdoor, tra escursioni e cicloturismo

T&O rappresenterà pertanto un’occasione imperdibile per operatori del settore e amanti delle attività outdoor, accendendo i riflettori sul turismo attivo come nuovo modo di conoscere i luoghi, immergendosi nella cultura e nelle tradizioni locali, privilegiando al contempo attività che mettano al centro la salute e il benessere. Tra gli italiani spopolano il trekking e le escursioni a piedi (che coinvolgono il 64% della popolazione), ma a stupire è il crescente interesse per il cicloturismo. Non solo Mtb e bici da strada: oggi la rivoluzione su due ruote è rappresentata dalle eBike, con dati di vendita pari a 124.400 unità vendute solo nell’ultimo anno. T&O – Turismo e Outdoor metterà a disposizione 80.000 mq dedicati ai mezzi e alle destinazioni del turismo outdoor. Una grande area indoor dedicata alle due ruote si svilupperà su una superficie di 30.000 mq, con un anello – unico in Italia – di oltre 700 m dove testare le ultime novità in fatto di mountain bike e eBike.

Guide e road book per il turismo attivo in Italia

A tutto questo si lega l’attenzione sempre maggiore nei confronti degli strumenti per l’organizzazione del viaggio esperienziale, dalle guide ai siti specializzati, che raccolgono itinerari e strutture alberghiere ideate per rispondere alle esigenze del turista attivo. Cartacee o digitali ma sempre autorevoli e complete, le guide rappresentano i canali maggiormente utilizzati per informarsi, scegliere le destinazioni e valutare la ricettività dei luoghi in base ai servizi offerti. A confermarlo è un recente studio condotto dal Touring Club Italiano – datato marzo 2017 – sulle vacanze attive degli italiani, analizzando l’evolversi di abitudini e motivazioni di 1300 iscritti alla community. Dall’indagine emerge che il turista attivo effettua scelte consapevoli e informate: il 65% dei turisti over 60 utilizza pubblicazioni, road book e guide di settore, mentre i più giovani preferiscono siti internet di operatori specializzati, enti e APT.

Bicicammino. Turismo, sport e salute

Per dare un nome a questo nuovo modo di spostarsi, silenzioso, sostenibile e sempre più diffuso, è stato coniato un quanto mai eloquente neologismo: “bicicammino”. Secondo Unioncamere, nel 2016 il Bel Paese ha registrato 42 milioni di “bicamminatori”, per un impatto economico vicino ai 5 miliardi di euro. Tra le attività preferite dagli italiani, sale sul gradino più alto del podio l’escursionismo (68%), immediatamente seguito dal cicloturismo (57%). Le ragioni di un tale successo sono da ricercarsi nel rinnovato stile di vita degli italiani, più attenti alla forma e alla salute, unito al desiderio di scoprire “con lentezza” il patrimonio storico, artistico, gastronomico e paesaggistico del nostro paese. Tra le regioni italiane, la più attenta ai “bicicamminatori” è l’Emilia Romagna che può vantare 500 km di percorsi per il trekking (da Berceto, nel parmense, fino a La Verna in Toscana), numerose piste ciclabili e un selezionato circuito di bike hotel.

 

teofestival.it

bikespringfestival.com