Ciclovia Adriatica da Venezia a Lecce, al via la sua realizzazione

Ciclovia Adriatica da Venezia a Lecce, al via la sua realizzazione

La Ciclovia Adriatica è tra i progetti in via di sviluppo più interessanti per il cicloturismo. Dopo l’accordo raggiunto dalle regioni coinvolte, la sua realizzazione è sempre più prossima. Si tratta della ciclovia più lunga d’Italia, il cui itinerario si snoderà lungo tutta la costa adriatica da Venezia a Lecce. Più di 1.000 chilometri, 6 regioni interessate, diverse località turistiche toccate. La Ciclovia Adriatica si inserisce in un quadro generale per lo sviluppo del turismo sostenibile. Si tratta di un percorso già in parte realizzato, composto da una serie di piste ciclabili già in essere ma non collegate tra loro. Il progetto, di cui si parla già dal 2016, prevede di migliorare e unire le piste già esistenti e di ampliare il percorso con nuovi tratti. Grazie all’accordo tra le regioni interessate, la sua realizzazione è prevista nel prossimo futuro. Verrà istituito un tavolo tecnico che lavorerà alla sua progettazione e realizzazione.

La Ciclovia Adriatica corre parallela al Mare Adriatico e si snoda da Chioggia al Gargano. Con i suoi 1.109 chilometri è la più lunga delle dieci ciclovie nazionali previste dal Ministero. Permette il collegamento anche con le aree più interne del territorio e si sviluppa in un contesto ambientale molto ricco dal punto di vista turistico, toccando numerosi siti UNESCO oppure aree naturalistiche come in Puglia il Parco Nazionale del Gargano e Monte Sant’Angelo. In un unico percorso ciclabile, che corre parallelo alla strada statale 16 Adriatica, sarà possibile attraversare aree e città costiere, centri abitati e zone più interne. La sua importanza dal punto di vista turistico è subito evidente se pensiamo che la ciclovia, così come è allo studio, costeggerà la riviera italiana più ricca di spiagge dedicate al turismo balneare. Il tracciato consentirà di sfruttare inoltre collegamenti navali con l’altra sponda dell’Adriatico (per raggiungere gli itinerari ciclabili di Slovenia, Croazia, Montenegro e Bosnia) e collegamenti ferroviari. Data la sua lunghezza la Ciclovia Adriatica si collegherà ad altre importanti direttrici ciclo-turistiche entrando così nel sistema EuroVelo, la rete di vie ciclabili che attraversano l’Europa.

Tra le piste ciclabili importanti già esistenti che faranno parte della Ciclovia Adriatica c’è la Pesaro-Fano nelle Marche, mentre in Abruzzo è già stato realizzato il tratto denominato Bike to Coast, lungo oggi 85 chilometri ma destinato ad ampliarsi.

Il progetto, che vede la Regione Marche come Ente capofila, è finanziato con fondi ministeriali stanziati per la progettazione e la realizzazione del Sistema Nazionale delle Ciclovia Turistiche. Le altre regioni coinvolte oltre alla Marche sono: Veneto, Emilia-Romagna, Abruzzo, Molise, Puglia.