Ciclovia del Garda: sempre più vicina la realizzazione tra Riva e Limone

Ciclovia del Garda: sempre più vicina la realizzazione tra Riva e Limone

È stato approvato l’accordo tra Provincia di Trento, Veneto e Lombardia. Si avvicina dunque la realizzazione della ciclovia del Garda nel suo tratto trentino, che collegherà Riva con Limone. In particolare sono state definite le risorse messe a disposizione dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. Il progetto punta a realizzare una dorsale cicloturistica interregionale di circa 140 chilometri con importanti obiettivi in campo turistico, del ciclismo sportivo, della mobilità sostenibile e alternativa. La ciclovia del Garda è una delle tre ciclovie nazionali che interessano il territorio lombardo insieme alla ciclovia Vento e alla ciclovia Sole.

Alla Regione Lombardia spettano 538.940 euro per il progetto di fattibilità tecnica ed economica. Altri 538.000 euro andranno a Veneto e Trentino.

L’assessore alle infrastrutture, trasporti e mobilità sostenibile della Regione Lombardia, Claudia Maria Terzi, ha parlato della ciclovia del Garda come di un’occasione per il territorio, “un valore aggiunto per l’economia territoriale in termini indotto”. Per l’assessore Lara Magoni (Turismo, Marketing Territoriale e Moda) l’accordo con Veneto e Trentino dimostra la grande attenzione di Regione Lombardia per il cicloturismo: “la Lombardia è una terra ideale da poter scoprire sulle due ruote, in totale serenità e tranquillità. Un’avventura unica, tra paesaggi spettacolari e luoghi incantevoli, all’insegna di un ‘turismo slow’ che permette di ammirare tesori ambientali e naturalistici con calma”.

La ciclovia del Garda costituisce un progetto ciclabile molto apprezzato anche a livello internazionale. Merito della intermodalità e interconnessione con altri percorsi. Un progetto in grado di dare impulso all’occupazione sul territorio grazie anche alla valorizzazione delle strutture ricettive e la ristorazione.

Per conoscere le strutture ricettive del lago di Garda presenti nella nostra guida clicca QUI

Foto: bresciaoggi.it