Ciclovia del Sole: l’apertura del tratto Mirandola-Osteria Nuova ad aprile 2021

Ciclovia del Sole: l’apertura del tratto Mirandola-Osteria Nuova ad aprile 2021

Un progetto importante e atteso per il cicloturismo in Italia, che si prevede porterà notevoli vantaggi ai Comuni attraversati. Parliamo della Ciclovia del Sole, da Verona a Firenze passando da Bologna.

Dopo due anni di cantiere aprirà anche il tratto Mirandola-Osteria Nuova della Ciclovia, dal confine con la Lombardia fino alle porte di Bologna sull’ex tracciato ferroviario Bologna-Verona. Sono in corso gli ultimi interventi, ma ormai è tutto pronto per l’inaugurazione prevista per il prossimo 13 aprile alla presenza del ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile Enrico Giovannini insieme al presidente della Regione Stefano Bonaccini e al sindaco di Bologna Virginio Merola.

Mirandola-Osteria Nuova, un ultimo tassello a un progetto importante

Il tratto Mirandola-Osteria Nuova misura 46 chilometri e tocca i comuni di Anzola dell’Emilia, Camposanto, Crevalcore, Mirandola, Sala Bolognese, San Felice sul Panaro, San Giovanni in Persiceto e Sant’Agata Bolognese. 

Si tratta di un ultimo tassello di una delle più importanti ciclabili europee. La Ciclovia del Sole è, infatti, parte del percorso Eurovelo 7 che attraversa tutta l’Europa da Nord a Sud: da Capo Nord a Malta (7.400 chilometri complessivi).

Un progetto, quello che interessa il nostro Paese, che da Verona a Firenze si sviluppa per oltre 650 km (si tratta di un dato complessivo che comprende sia l’itinerario principale che le integrazioni, anche intermodali), e interessa 4 regioni (Regione Emilia-Romagna, Regione Lombardia, Regione Toscana, Regione Veneto), 7 Province/Città metropolitane (BO Bologna, FI Firenze, MN Mantova, MO Modena, PO Prato, PT Pistoia, VR Verona) e 75 comuni.

Importante opportunità di turismo per il territorio mirandolese

Un’opportunità di sviluppo turistico per i comuni interessati. Proprio per questo, in previsione dell’apertura del tratto emiliano, si è tenuto nei giorni scorsi un incontro online organizzato dal Comune di Mirandola con gli operatori delle attività ricettive alberghiere ed extralberghiere e della ristorazione. Al confronto hanno preso parte anche rappresentanti locali delle associazioni imprenditoriali.

Durante l’incontro è stato sottolineato il ruolo della Valli mirandolesi in tema di turismo legato alle due ruote e il gradimento delle attività proposte: più di 2000 visitatori al Barchessone per le iniziative e le escursioni organizzate e ad oltre 500 noleggi di bici contro gli appena 50 del 2019. Tra le iniziative che il Comune vuole intraprendere in futuro: quella di potenziare i servizi di bike sharing, l’allestimento di parcheggi dedicati alle biciclette presso le strutture ricettive e depositi custoditi; un servizio navetta per la stazione ferroviaria e trasporto bagagli; uno di riparazione biciclette (officine e ricambi) sviluppare percorsi enogastronomici dedicati ai cicloturisti e dotarsi di colonnine per la ricarica delle biciclette elettriche. (fonte: sassuolo2000.it).