Emergenza Covid-19, numerosi gli eventi cancellati

Emergenza Covid-19, numerosi gli eventi cancellati

Negli ultimi giorni molti comitati organizzatori di eventi ciclistici hanno comunicato lo slittamento della manifestazione al 2021 o in qualche caso lo spostamento alla seconda parte della stagione, settembre e ottobre 2020. L’emergenza legata al Covid-19 rende difficile definire un calendario eventi per questo 2020.

Tra gli eventi cancellati nel 2020 che hanno deciso di rimandare al 2021 troviamo la più antica granfondo in Italia: la Nove Colli, rimandata al 23 maggio 2021. A parziale consolazione è stato annunciato che a fine estate 2020, debutterà la cicloturistica “Sulle strade della Nove Colli”: una manifestazione dal sapore vintage, per riassaporare il gusto del pedalare insieme senza cronometro, in perfetto stile anni ’80. In poche parole una pedalata che possa segnare una nuova partenza per tutti. Quest’anno la Nove Colli avrebbe festeggiato l’edizione numero 50 e una tappa del Giro d’Italia era stata costruita sul percorso lungo di questa granfondo, la cui partenza e arrivo è a Cesenatico.

Oltre alla Nove Colli altre granfondo importanti hanno comunicato lo spostamento al 2021. Tra queste la Maratona dies Dolomites prevista per il 4 luglio 2021, la Gf Fausto Coppi rimandata al 27 giugno 2021, la Gf Stelvio Santini e la Marcialonga Cycling Craft, le cui date per il 2021 rispettivamente sono ancora da definire. Anche la Gf Campagnolo Roma è stata cancellata.

In campo gravel e self-supported è arrivata la comunicazione ufficiale che la partenza del Tuscany Trail (che era in programma per fine maggio) si terrà il 26 settembre. Mentre il BAM!, il raduno dei cicloviaggiatori, è slittato a settembre: dal 25 al 27.

In campo mountain bike è stata rimandata al 2021 anche la Granfondo Kasl Soave Mtb (in foto), così come la sesta edizione della Ortler Bike Marathon si terrà il 5 giugno del 2021.

Sembra chiaro ormai come tutta la stagione sia compromessa per quanto riguarda gli eventi ciclistici, anche amatoriali. Il periodo è difficile per tutto lo sport in generale, in quanto non è possibile ora sapere esattamente quando sarà possibile riprendere le attività. Anche per questo motivo molte società e comitati organizzatori hanno deciso di rimandare gli eventi al prossimo anno.