Vivere la montagna con i tour in fat bike sulla neve

Vivere la montagna con i tour in fat bike sulla neve

Un’attività outdoor da fare in inverno, che permette di pedalare sulla neve e vivere la montagna in modo alternativo, è sicuramente la fat bike. O meglio, i tour in fat bike nelle località montane, che ormai da diversi anni hanno inserito questo tipo di esperienza nella propria offerta.

A causa delle ultime disposizioni anti-covid che impongono la chiusura degli impianti di risalita e delle piste da sci fino al 5 marzo, un giro in fat bike costituisce in realtà non solo un’alternativa a discipline classiche come appunto lo sci, bensì una delle attività attualmente possibili per chi vuole vivere un’esperienza sportiva, e divertente insieme, in montagna.

Grazie alle fat bike è possibile pedalare, galleggiando sulla neve tra paesaggi meravigliosi, lungo i pendii innevati in un ambiente davvero suggestivo come quello montano nella stagione invernale.

In fat bike tour per tutti

Si tratta di mountain bike con ruote molto larghe che consentono di “galleggiare” sulla neve. Possono essere classiche oppure a pedalata assistita per affrontare più facilmente i tratti più ripidi.

Diverse località montane propongono tour in fat bike con noleggio bici.  In un recente articolo vi abbiamo parlato di tour in fat bike sulla neve della Paganella. Solitamente sono experience guidate, ossia prevedono la presenza di una guida certificata per pedalare in tutta sicurezza. Ce ne sono di tutti i tipi. Anche in notturna: su percorsi facili, le bici attrezzate con luci, in tempi normali (no covid) nella maggior parte dei casi terminano con una cena in baita.

Ci sono tour per ogni livello: per i principianti magari alla primissima esperienza o le famiglie con bambini, fino ai più esperti, che possono cimentarsi in giri adrenalinici, un misto di freeride ed enduro sulla neve.

Come attrezzarsi per un tour in fat bike

Come vestirsi per un giro in fat bike? Il consiglio è di vestirsi a strati e avere con sé uno zaino per il cambio e tutto quello che ci può servire nel tour, comprese barrette e una bottiglietta d’acqua. Indossare degli scarponcini imbottiti, meglio impermeabili, può fare la differenza. Così come avere dei guanti invernali caldi, che però non ostacolino la mobilità delle dita: è importante essere in grado di utilizzare le leve dei freni e del cambio in qualsiasi momento. Come abbigliamento si può usare quello da sci alpinismo. Tra gli accessori indispensabili: calze invernali (o da sci), maschera oppure occhiali da sole, fascia per le orecchie e scalda-collo. Non dimentichiamoci il casco!

Foto di anteprima: fat bike a Livigno