Istat, turismo 2020: presenze dimezzate negli esercizi ricettivi

Istat, turismo 2020: presenze dimezzate negli esercizi ricettivi

Secondo il rapporto ISTAT sul movimento turistico in Italia risultano dimezzate le presenze negli esercizi ricettivi da gennaio a settembre 2020.

Nel periodo luglio-settembre 2020, infatti, risultano complessivamente il 63,9% di quelle dell’anno precedente. Calo dovuto soprattutto ai clienti stranieri: il 39,7% rispetto allo stesso trimestre del 2019.

Nei primi tre trimestri del 2020 diminuiscono drasticamente i viaggi svolti per motivi di lavoro dai residenti nel nostro Paese (-59%) e in misura minore, ma comunque importante, quelli per vacanze (-23%).

Altri dati sono significativi della crisi che ha colpito il settore turistico nel 2020: -68,6% il calo delle presenze di turisti stranieri nei primi 9 mesi del 2020; -74,2 milioni la flessione delle presenze nell’estate 2020 rispetto al 2019; -73,2% le presenze nelle grandi città nei primi nove mesi del 2020 (nel 2019 circa un quinto delle presenze totali era nelle grandi città).

L’estate dei flussi turistici domestici e delle scelte alternative

I dati Istat confermano un‘estate 2020 all’insegna del turismo di prossimità, come era stato previsto la scorsa primavera. Insieme a un interesse crescente dei turisti italiani per le località montane.

Come si legge nel rapporto Istat, nel trimestre estivo del 2020 i clienti italiani che hanno soggiornato nelle strutture ricettive del Paese sono circa l’86% di quelli dell’estate precedente in termini di presenze. La diminuzione di questa componente della domanda è più contenuta nei mesi di agosto (-6,7%) e settembre (-7,8%).

Le strutture ricettive extra-alberghiere subiscono un calo delle presenze domestiche pari a -4,8% ad agosto, ma registrano un recupero e addirittura un aumento, rispetto all‘anno precedente, nel mese di settembre (+4,5%). Gli esercizi alberghieri, invece, subiscono di più la frenata del turismo domestico (- 8,1% ad agosto e -13,9% a settembre).

Il differente andamento delle diverse tipologie di strutture ricettive riflette la scelta delle mete turistiche dei clienti italiani nell’estate 2020. La preferenza dei turisti italiani, infatti, si indirizza, più che in passato, sulle località montane, le quali ad agosto raggiungono gli stessi livelli dello scorso anno (-0,4% di presenze di clienti residenti) e soprattutto sui comuni a vocazione culturale, storico, artistica e paesaggistica, che registrano addirittura un incremento (+6,5%) rispetto al 2019 (unica variazione positiva registrata).

Le stime a livello regionale confermano questa preferenza: incrementi delle presenze dei clienti italiani si verificano solo in Umbria e nella Provincia autonoma di Bolzano (entrambe con valori intorno al +15% rispetto al 2019); valori negativi, ma migliori della media nazionale, si registrano in Veneto, in Friuli- Venezia Giulia, nelle Marche, in Molise e nella Provincia autonoma di Trento.

I dati sembrano indicare che ad agosto 2020 la scelta degli italiani si sia orientata più verso destinazioni meno consuete, presumibilmente meno affollate e con una più ampia ricettività di tipo extra-alberghiero (agriturismi, open air, ecc.) a discapito delle destinazioni estive più tradizionali, ossia le località balneari e le grandi città, solitamente caratterizzate da un maggior affollamento.

Il rapporto Istat sul movimento turistico in Italia affronta anche il tema della stagione invernale, che risulta essere a forte rischio. Le limitazioni agli spostamenti, la chiusura degli impianti sciistici e delle attività commerciali legate alla ristorazione stabilite dai decreti nell’ultimo trimestre del 2020 stanno generando un ulteriore impatto negativo sui flussi turistici, soprattutto nelle località a forte vocazione montana e nelle grandi città, già fortemente penalizzate nei mesi precedenti.

Il rapporto completo dell’Istituto Nazionale di Statistica pubblicato il 29 dicembre 2020 è disponibile al seguente link:

Report movimento turistico in Italia – gennaio/settembre 2020

Foto: Federica Ariemma su Unplash