Treno e bici: se ne parla a CosmoBike Show 2020

Treno e bici: se ne parla a CosmoBike Show 2020

A CosmoBike Show 2020 si parlerà anche di treno, o per meglio dire di treno e bici, un binomio che offre tante possibilità per il cicloturismo. L’appuntamento veronese in programma sabato 15 e domenica 16 febbraio vuole essere trasversale e accontentare tutti gli amanti della bicicletta: dal ciclista più esperto al cicloturista, a chi si è da poco avvicinato al mondo delle due ruote. Tra i temi a cui sarà dato molto spazio nell’edizione alle porte c’è proprio quello sul cicloturismo. In quest’ambito Trenitalia e Fondazione FS Italiane saranno presenti a CosmoBike con l’obiettivo di educare e promuovere un modo di viaggiare lento e sostenibile che ben si sposa con la promozione del territorio.

Treno e bici per scoprire il territorio

Per parlarne in modo più approfondito a CosmoBike Show domenica 16 febbraio dalle 11.00 alle 12.00 presso il padiglione 11 si terrà l’incontro “Turismi possibili: treno e bici”. Tra i relatori oltre a Sabrina De Filippis, direttore Divisione Passeggeri Regionale presso Trenitalia S.p.A., anche Michele Muttele di FIAB e Albergabici. Il tema proprio il modello di offerta sostenibile e integrata di Trenitalia sempre più in linea con il cicloturismo e in generale con un turismo sempre più sostenibile. A bordo dei treni regionali è possibile infatti viaggiare accompagnati dalla propria bici pieghevole gratuitamente ma anche con quella elettrica/montata pagando un semplice supplemento. Sono sempre di più i viaggiatori che scelgono il trasporto regionale per spostarsi in bici e godere dello spettacolo del territorio italiano non solo a bordo della propria bike ma anche a bordo dei treni, che viaggiano capillarmente ogni giorno in giro per l’Italia raggiungendo oltre 1.700 stazioni.

Treni storici e ferrovie dismesse, nuove opportunità cicloturistiche

Sabato 15 febbraio dalle 15.00 all 16.00 sempre presso il padiglione 11 ci sarà l’incontro “Treni antichi, sapori e bici” con la presenza anche di Renato Di Rocco Presidente della Federazione Ciclistica Italiana. Fondazione FS Italiane presenta gli itinerari turistici che possono essere fatti a bordo dei treni storici per raggiungere le località più suggestive d’Italia, lungo le più belle linee ferroviarie della nostra penisola. Le persone potranno viaggiare sulle affascinanti carrozze d’epoca degli anni Trenta trasportando anche la propria bicicletta, per pedalare nella natura incontaminata. Le biciclette, infatti, potranno essere caricate a bordo di antichi bagagliai, un tempo riservati al trasporto di collettame, trasformati con appositi ganci in carrozze porta biciclette.

treno e bici

A seguire dalle 16.30 Alessandra Schepisi giornalista di Radio24 condurrà l’incontro sul tema “Ferrovie dismesse: un riuso ciclabile”. Il Gruppo Ferrovie dello Stato italiane da tempo, infatti, opera al fine di integrare in tutte le attività di business i principi della sostenibilità, ambientale e sociale. Rete Ferroviaria Italiana ha in asset un patrimonio rilevante costituito dalle linee ferroviarie non più in esercizio: circa 1200 chilometri di infrastrutture che hanno avuto grande valore per i territori attraversati. Vi è quindi l’interesse a preservarne l’integrità per un riuso a fini di mobilità dolce, per scopi turistici e sociali. RFI sta promuovendo la cessione delle proprie ex linee per la trasformazione in “greenways”, percorsi per la mobilità dolce, anche attraverso specifiche pubblicazioni illustrative (gli Atlanti sulle linee dismesse). L’ultima pubblicazione edita è stata l’Atlante delle greenways su linee FS – Dal disuso al riuso, dove vengono presentate alcuni esempi di greenways realizzate su ex tracciati ferroviari.

cosmobikeshow.com