L’unione con Comano amplia l’offerta turistica di Garda Trentino

L’unione con Comano amplia l’offerta turistica di Garda Trentino

Nei giorni scorsi è stato firmato l’accordo quadro per l’aggregazione dell’APT Terme di Comano – Dolomiti di Brenta in Garda Trentino S.p.A. L’intesa è stata sottoscritta dai presidenti delle due aziende di promozione, Susanna Serafini e Marco Benedetti, alla presenza dell’Assessore Provinciale al Turismo, Roberto Failoni. Una tappa significativa della legge provinciale per la riorganizzazione della promozione turistica del Trentino.

“Insieme per creare nuove opportunità”

Ho sempre considerato la riforma come un’opportunità per armonizzare i nostri territori – ha dichiarato l’Assessore Failoni nella conferenza stampa – e credo che l’unione tra il Garda Trentino e Comano rappresenti un ottimo esempio che altri ambiti dovrebbero seguire, perché dimostra come la principale destinazione turistica della nostra provincia possa accogliere una realtà più piccola mantenendone l’identità e determinando nuove opportunità. Nessun territorio potrà dirsi danneggiato dalla riforma che dunque credo possa definitivamente entrare nella sua fase attuativa entro la prima metà del 2021″.

Comano Garda Trentino

Foto: Il Presidente di Garda Trentino S.p.A. Marco Benedetti (a sinistra) e la Presidente di APT Terme di Comano – Dolomiti di Brenta, Susanna Serafini, firmano l’accordo quadro per l’aggregazione dell’APT Terme di Comano – Dolomiti di Brenta in Garda Trentino S.p.A, sotto lo sguardo dell’Assessore al Turismo della Provincia di Trento Roberto Failoni (al centro).

Susanna Serafini ha sottolineato le motivazioni con cui il territorio di Comano affronta questa nuova sfida. “Riteniamo di essere complementari al Garda Trentino e dunque in grado di determinare dei valori aggiunti, a cominciare dalla nostra realtà termale. Dopo il Covid molte abitudini cambieranno radicalmente: creare nuove opportunità per un turismo slow e sostenibile è una prospettiva in linea con le nuove esigenze di mercato. Vista l’unione di fatto, fondamentale sarà anche, con l’aiuto della Provincia, completare l’anello ciclabile per ottimizzare il collegamento tra i due territori”.

Anche il Presidente di Garda Trentino S.p.A. ha espresso soddisfazione: “L’unione delle forze è una strada che mi auguro anche i comuni e le associazioni di categoria decideranno di seguire. Il matrimonio con Comano amplia i contenuti della nostra destinazioneavvicinandoci alle Dolomiti, ora dobbiamo essere bravi a mettere a frutto queste nuove opportunità lavorando in piena armonia con i nostri nuovi partner”.

Con Comano il Garda Trentino si avvicina alle Dolomiti

L’accordo quadro per l’accorpamento delle Giudicarie Esteriori (zona del Trentino occidentale dove il Lago di Garda cede il passo alle Dolomiti di Brenta) entrerà in vigore nel 2021. Le Terme di Comano si trovano tra il lago di Garda, le Dolomiti di Brenta e il Parco Naturale Adamello Brenta. Costituiscono un centro dermatologico d’eccellenza e una opportunità di vacanza per gli amanti della tranquillità e del piacere di rigenerarsi a contatto con la natura.

Credits foto di anteprima: Uli Stanciu

gardatrentino.it