Urban Award 2019, Pescara è il Comune più green

Urban Award 2019, Pescara è il Comune più green

Sono stati premiati i Comuni Italiani vincitori del premio Urban Award 2019, nell’ambito dell’incontro “Multimobilità: come ci muoveremo nel futuro”, tappa del roadshow BikeEconomy24 del Gruppo 24 Ore, che si è tenuto nei giorni scorsi a Eicma, l’esposizione internazionale del ciclo e del motociclo.

Temi centrali dell’incontro sono stati: il ruolo strategico della bicicletta all’interno di una multimodalità dei trasporti pubblici (nell’ottica di una mobilità alternativa e sostenibile) e il cicloturismo come modello di turismo lento che valorizza il territorio e crea nuove opportunità. In entrambi i casi la bicicletta ha creato sviluppo e ha portato benefici anche economici alle realtà che hanno scelto di investire e credere nelle due ruote. Diversi gli esempi virtuosi anche in Italia dove la sensibilità verso questi temi sta crescendo, ma soprattutto all’estero con realtà come Valencia, Amsterdam e Copenaghen, da cui prendono spunto città italiane come Roma e Torino che le hanno scelte come tutor.

Un tipo di scelta sostenibile che viene portata avanti anche da alcuni Comuni italiani, tre dei quali sono stati premiati proprio durante la conferenza a Eicma, in quanto vincitori dell’Urban Award. A premiare i Comuni vincitori, oltre a Ludovica Casellati, ideatrice del premio, erano presenti l’ambassador dell’Urban Award Matteo Marzotto, il presidente di Anci Antonio De Caro, l’AD di Openjobmetis Rosario Rasizza, il presidente della Fondazione Iseni Y Nervi Fabrizio Iseni, il Presidente di Eicma Andrea Dell’Orto.

Urban Award premia le città più green e stimola il confronto

L’Urban Award si propone di premiare le realtà virtuose, che decidono di investire in mobilità sostenibile tramite la realizzazione di progetti, il cui obiettivo è principalmente di trasformare le città in realtà più green a tutto vantaggio dei propri cittadini. I Comuni interessati presentano il proprio progetto all’ANCI e una giuria assegna il premio. Questa terza edizione ha visto Pescara sul gradino più alto del podio grazie alla ciclopolitana, agli incentivi per la mobilità casa-lavoro e casa-scuola e alle citybike a pedalata assistita per i dipendenti delle aziende locali. A seguire sono state premiate Fiumicino e Grisignano di Zocco.

I progetti che hanno vinto

Il Comune di Pescara col progetto PESOS, PEscara SOSTenibile, si è aggiudicato il primo premio dell’Urban Award 2019. Oltre a promuovere forme alternative all’auto privata con modelli di mobilità condivisa, trasporto pubblico e piste ciclabili, la candidatura di Pescara ha colpito anche per il progetto bike trial, ossia la messa a disposizione per un mese di 140 citybike a pedalata assistita a favore dei dipendenti di alcune aziende della zona.

(Foto: bicistaffetta.it)

Al secondo posto troviamo quindi Fiumicino, premiato per la realizzazione di 25 km di piste ciclabili, 22 stazioni di ricarica elettrica per le auto, stazioni di ricarica eBikebike, sostituzione di oltre 90mila punti luce urbani con lampioni led e pannelli fotovoltaici sulle coperture degli edifici scolastici. Soluzioni che costituiscono solo l’inizio verso un futuro sempre più green del comune laziale.

Grisignano di Zocco, in provincia di Vicenza, si aggiudica invece il terzo posto, completando così il podio di questi Urban Award 2019. Oltre alla realizzazione di una ciclovia all’interno del progetto della Regione Veneto Green Tour Verde in Movimento ha suscitato interesse il progetto LavoroInbici 2019, che prevede un contributo di 0,25 euro al chilometro per i lavoratori che partono o arrivano a Grisignano per lavoro. Anche Grisignano sempre più Green e forse non è un caso che questo comune si trovi sulla ciclabile Ostiglia-Treviso, splendido esempio di recupero ambientale, avvenuto tramite lo sfruttamento di una vecchia ferrovia. Interessanti anche le iniziative che Grisignano ha messo in atto per sensibilizzare i cittadini: dal ciclo concorso con una app che misura i km percorsi e la CO2 risparmiata da studenti e lavoratori che si recano in provincia per studio o lavoro, al concerto a pedali con musicisti pedalatori e il coinvolgimento del pubblico.

Al Comune di Bari, fuori concorso, è stata consegnata infine una menzione speciale dalla Fondazione Iseni Y Nervi. Il merito è quello di aver promosso degli incentivi per l’acquisto di biciclette tradizionali o elettriche per uso urbano e di avere avviato un programma sperimentale che prevede un rimborso chilometrico per le distanze percorse in bicicletta e dei premi mensili per coloro che hanno accumulato più chilometri.

“Sono felice di premiare il Sindaco Antonio Decaro per le politiche che da anni sta portando avanti nella sua città per favorire lo sviluppo di una mobilità sempre più sostenibile – dichiara Fabrizio Iseni, Presidente della Fondazione Iseni Y Nervie ha anche dimostrato l’efficacia dell’Urban Award poiché lo scorso anno ha premiato gli incentivi chilometrici per il casa lavoro e poi li ha importati nella sua città”.